Durante il Build 2019, Microsoft ha annunciato a tutti gli sviluppatori .NET 5, la prossima release della famiglia .NET.

Questa versione rivoluzionerà totalmente .NET, rendendolo una piattaforma unificata, permettendo agli sviluppatori di usarla su molti sistemi operativi, come Windows, GNU/Linux, macOS, iOS, Android, tvOS, watchOS e tanto altro ancora.

.NET 5 verrà supportato su Visual Studio 2019, Visual Studio for Mac e Visual Studio Code.

.NET 5 Preview 1 e i suoi obiettivi

Due giorni fa, 16 marzo, è stata rilasciata la prima versione preview di .NET 5. Per provarla bisogna scaricare l’SDK e il Runtine. Potete anche aggiornare i vostri progetti alla nuova versione di .NET mettendo questo codice:

<TargetFramework>netcoreapp5.0</TargetFramework>

Gli obiettivi di questa release mirano a raggiungere il suo scopo di diventare una piattaforma unificata e semplificare il lavoro degli sviluppatori. In particolare:

  • Creare un solo .NET runtime e framework che può essere usato ovunque, con vantaggi non solo per il runtime in sè ma anche per gli sviluppatori
  • Espandere le capacità di .NET prendendo il meglio di .NET Core, .NET Framework, Xamarin e Mono
  • Sviluppare un programma usando solo una singola base di codice su cui gli sviluppatori possono mettere mano, migliorandolo ed espandendolo senza limiti

.NET 5 verrà rilasciato per tutti a Novembre 2020. Microsoft sta attualmente lavorando per rendere il passaggio da .NET Core 3.1 alla futura versione di .NET il più indolore possibile. La compagnia consiglia inoltre agli sviluppatori di provare la Preview 1 per conoscere meglio il nuovo framework e facilitare, quindi, la transizione alla nuova versione.

Per ulteriori informazioni, guarda l’annuncio ufficiale (in inglese) pubblicato nel blog di .NET. Lo trovi alla fine dell’articolo cliccando su Fonte.

Se hai deciso di provarlo, clicca sul pulsante per scaricare la Preview 1:

Download .NET 5.0

Cosa ne pensate di questo cambiamento? Fatecelo sapere in un commento qui sotto! Ricordatevi di seguirci su Twitter e sul nostro canale Telegram per non perdere gli ultimi articoli di OpenSlime 😉